LA RIVISTA

L'ultimo numero:


Gli altri numeri


Newsletter
Inserisci i tuoi dati per ricevere
le ultime notizie:
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
Registrati
 

Notizie


[08/02/2021] Anagrafe: Brexit: adempimenti necessari ai fini dell’iscrizione anagrafica dei cittadini britannici – Nuovo modello di Permesso di soggiorno.

Connettiti a

e non ci pensi più!

Anche nel 2021  quesiti e formazione GRATIS!!!

Leggi i dettagli delle quote SOCIO e ENTE per il 2021

 

Consulta l'elenco dei nostri corsi FaD!!

Se sei SOCIO o aderisce il tuo ENTE,

controlla quanti corsi gratis hai!!



Con la Circolare n. 2 del 2 febbraio 2021 il Ministero dell’Interno, Direzione Centrale dei Servizi Demografici, anche a seguito  del fatto che l’Ambasciata britannica in Italia continua a ricevere numerose segnalazioni da parte di propri connazionali relative ad alcune prassi adottate dai comuni, con riferimento al procedimento d’iscrizione anagrafica di cittadini britannici beneficiari del citato Accordo ed al rilascio della predetta attestazione, non conformi alle modalità stabilite dalla normativa, ricorda quali sono gli adempimenti necessari per effettuare le iscrizioni anagrafiche che, ovviamente, oltre ad un’applicazione generale, debbono essere seguite anche per i cittadini comunitari e per gli stranieri. In particolare:

  • le dichiarazioni anagrafiche possono essere presentate non solo attraverso l'apposito sportello comunale, ma anche per raccomandata, per fax e in via telematica;
  • l’ufficiale d'anagrafe, nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione delle dichiarazioni anagrafiche e della documentazione prevista (cfr. Allegato B della circolare sopra richiamata), effettua le registrazioni delle dichiarazioni ricevute, fermo restando che gli effetti giuridici delle stesse decorrono dalla data di presentazione;
  • l'ufficiale d'anagrafe dovrà rilasciare all'interessato, la comunicazione di avvio del procedimento, di cui all'art. 7 della legge n. 241/1990.
  • l’accertamento dei requisiti deve essere verificato entro 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata, decorsi i quali, qualora non vengano comunicati all'interessato gli eventuali requisiti mancanti o gli esiti negativi degli accertamenti svolti, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto in essere alla data della dichiarazione.

Inoltre il Ministero ricorda che, sulla base dell’Accordo di recesso del Regno Unito e dell’Irlanda del NORD, come già chiarito con la citata circolare n.3/2020, i cittadini britannici, residenti in Italia alla data del 31 dicembre 2020, hanno diritto - anche successivamente a tale data - al rilascio dell’Attestazione di iscrizione anagrafica, ai sensi dell’art. 18.4 dell’Accordo citato, nonché dell’Attestazione permanente, ove ricorrano i presupposti di cui all’art. 9 del d.lgs. n. 30/2007.

Queste attestazioni potranno essere utilizzate dagli interessati per chiedere alla Questura competente il documento di soggiorno elettronico secondo le indicazioni contenute nel vademecum per i cittadini britannici beneficiari dell’Accordo di recesso, pubblicato il 22 dicembre 2020 sul sito del Ministero dell’Interno.

Da ultimo il Ministero ricorda che i cittadini britannici, non iscritti in anagrafe entro il 31 dicembre 2020, ma che dimostrino in qualsiasi momento, tramite idonea documentazione, la legale permanenza sul territorio nazionale alla medesima data, potranno, comunque, chiedere il rilascio del documento di soggiorno elettronico alla competente Questura nonché l’iscrizione in anagrafe, ai sensi del decreto legislativo n.30/2007.

 

Con la Circolare n. 400/C del 3 febbraio 2021 il Ministero dell’Interno, Dipartimento di Pubblica Sicurezza, rende noto che con il Decreto del Ministro 20 gennaio 2021 è stato approvato il nuovo modello di permesso di soggiorno elettronico che sarà utilizzato anche per i cittadini britannici.

Vedi la Circolare n. 2

Vedi la Circolare n. 400/C



La rivista Semplice per aiutarti nel lavoro quotidiano

Abbonati subito!! Cosa aspetti??

clicca qui